Coworking

La formula del coworking, tradotto letteralmente “lavorare insieme”, prevede sostanzialmente la locazione low cost di open space attrezzati con scrivanie, pc, fax, telefoni, stampanti e fotocopiatrici, oltre all’affitto di una sala riunioni e all’accesso a servizi comuni quali la sala d’attesa, l’area ristoro e la toilette.

Il professionista che si serve del coworking può usufruire di un ufficio e, nello stesso tempo, dei vantaggi derivanti dalla collaborazione e la condivisione di idee con altri liberi professionisti nello stesso campo o di campi affini.

È proprio in questo che il coworking si differenzia maggiormente da un tradizionale centro uffici: la più ampia socialità e condivisione degli spazi, che porta ad una maggiore interazione tra professionisti e alla creazione di sinergie utili e fruttuose.

Non solo, dunque, vantaggi economici (riscontrabili nei minori costi di gestione e nell’aumento, a lungo termine, della produttività), ma anche un apporto sostanziale di stimoli di natura relazionale”.

Per affitti di qualche ora o una o più settimane fino ad un mese si parla di day office o noleggio temporaneo e chi ne usufruisce viene definito nomad worker, in quanto necessita di un ufficio temporaneamente per qualche ora o qualche giorno.

Per affitti superiori da un mese ad un anno, che possono essere part time o full time, si parla di uffici residence e chi ne usufruisce viene definito resident coworker.

Il nostro Small Open Space dispone di due sale collegate e modulabili che possono essere facilmente trasformate in relazione alle diverse esigenze di impiego.

L’aggettivo SMALL sta ad indicare che si tratta di un open space di piccole dimensioni (circa 70 mq) che dispone di tre postazioni lavoro tutte dotate di una linea telefonica, computer con i software più utilizzati, accesso ad internet e servizio fax.

Le piccole dimensioni dell’Open Space consentono di conservare l’aspetto di uno “studio professionale associato” che nei grandi Coworking si perde a seguito di una eccessiva ampiezza degli ambienti, con postazioni “disposte a batteria”, totale spersonalizzazione e omologazione degli spazi che danno al cliente l’idea di essere ricevuto presso un call-center o un’azienda qual è, d’altronde, un Coworking di grandi dimensioni.

Da noi il professionista potrà dire al cliente “ricevo presso uno studio legale” oppure “ho lo studio insieme ad altri professionisti” mentre, affittando una postazione in un grande open space, emergerà sempre e comunque il sottostante rapporto di Coworking tra professionista e la struttura.

Nel primo caso il professionista ha un vantaggio d’immagine in quanto appare titolare o compartecipe di uno studio privato; nel secondo caso, invece, sminuisce la propria immagine professionale ancora innegabilmente legata, soprattutto al meridione, alla titolarità di uno studio privato.

Gli spazi del nostro small open space sono modulabili.
Pertanto, il sabato e la domenica, la struttura si trasforma in un’unica sala di medie dimensioni (da 10 a 30 posti).

In tale assetto può essere utilizzata per riunioni condominiali, assemblee, conferenze, corsi di formazione, presentazione di nuovi prodotti ecc. e dotata di connessione internet, anche Wifi, microfono, diffusori e video per immagini e fotografie.

Il nostro Small Open Space

La prenotazione della sala deve essere effettuata tre giorni prima di quello richiesto e solo per il tramite la piattaforma BOOKING, è possibile solo per i giorni di sabato e domenica e non per fasce orarie ma per intere singole giornate.

Pertanto nel punto “1. Servizio” del Booking sarà indispensabile solo selezionare “sala riunioni” nella casella SERVIZIO, flaggare i pallini arancioni dei giorni domenica e sabato e indicare la data dalla quale si vogliono verificare le disponibilità..

Selezionando “avanti” appaiono tutti i sabato e domenica per l’anno successivo alla data indicata.

La durata dell’uso di ogni singola postazione può essere oraria, settimanale, mensile o per un anno dal giorno della prenotazione come risulta dalle Tariffe Coworking che, chiaramente, sono sempre più convenienti man mano che aumenta il periodo di permanenza.

La prenotazione della postazione deve essere effettuata tre giorni prima di quello richiesto e per il tramite della piattaforma BOOKING, se si tratta di prenotazione oraria (da 1 a 10 ore) mentre le prenotazioni settimanali, mensili e annuali possono effettuarsi solo a mezzo e-mail dalla sezione CONTATTI.

Pertanto nel punto “1. Servizio” del Booking sarà indispensabile selezionare il tipo di postazione desiderata nella casella SERVIZIO, flaggare i pallini arancioni dei giorni lavorativi da lunedì a venerdì e indicare la data dalla quale si vogliono verificare le disponibilità.

Nella casella “numero di prenotazioni” bisogna indicare le ore complessive che si vogliono prenotare fino ad un massimo di 40 ore equivalenti ad una intera settimana.

I nomad workers, cioè coloro che fanno prenotazioni orarie, giornaliere, settimanali e mensili pagheranno al momento della prenotazione con le modalità indicate dalle Tariffe Coworking del sito.

La prenotazione oraria consente l’uso della stessa postazione da parte di due o più nomad workers nella stessa giornata. Per questo motivo non potranno lasciare documenti ed effetti personali all’interno dell’ufficio.

I resident workers, cioè coloro che prenotano un postazione per un anno scegliendo una delle formule previste nella piattaforma BOOKING a partire da mezza giornata a settimana per un anno e fino a 5 intere giornate a settimane per un anno, pagheranno all’inizio di ogni mese con le suddette modalità.

La prenotazione annuale consente l’instaurarsi di un rapporto stabile, con la possibilità di apporre la propria targa, di indicare lo studio come proprio recapito nei bigliettini da visita, di ricevere pubblicità sul sito dello studio, di avere un proprio spazio dove lasciare in sicurezza strumenti di lavoro e documenti.

Solo coloro che prenotano una postazione per un intero anno avranno a disposizione una libreria e potranno personalizzare l’arredamento della propria postazione.